A HONG KONG, GRANDE DIMOSTRAZIONE DI PERFORMANCE NON PREMIATA | Media DS Italia

A HONG KONG, GRANDE DIMOSTRAZIONE DI PERFORMANCE NON PREMIATA

download-pdf
download-image
download-all
Lun, 11/03/2019 - 09:45

La quinta manche del Campionato di Formula E ABB FIA 2018/2019 ha rischiato di essere la prima delle cinquanta gare della storia della disciplina disputata tutta su pista umida, di fronte al porto di Hong Kong.



Durante le prove e le  qualifiche la pioggia ha reso scivoloso il circuito cinese. I piloti DS TECHEETAH, ambedue nel Gruppo 2, hanno ottenuto risultati diversi nella composizione della griglia. André Lotterer è passato in Super Pole mentre Jean-Éric Vergne ha concluso il suo giro veloce in retromarcia senza riuscire a conquistrare la pole, come aveva fatto l’anno scorso. La bandierina rossa gli ha fatto perdere il miglior tempo, relegandolo in diciannovesima posizione  in griglia.  André Lotterer, molto competitivo nella Super Pole, è partito in terza posizione.

A inizio gara André Lotterer ha usato l’ATTACK MODE per guadagnare un posto e piazzarsi alla testa della classifica. Jean-Éric Vergne, al centro del plotone di inseguitori, è stato coinvolto in due incidenti. André Lotterer ha guidato l’80 % della gara resistendo agli attacchi di Sam Bird fino al penultimo giro, in cui è stato vittima di un attacco troppo aggressivo del britannico, che ha causato la rottura della sospensione della DS E-TENSE FE19 e la foratura di un pneumatico. Jean-Éric Vergne e André Lotterer hanno concluso rispettivamente al 13° e 14° posto.

Mark Preston, Team Principal DS TECHEETAH: «Siamo veramente dispiaciuti per André. Questa gara era alla sua portata, meritava di vincere. Da quando è entrato nella scuderia DS TECHEETAH è diventato sempre più forte, e conquistato diversi podi. Oggi avrebbe dovuto arrivare la sua prima vittoria. Per tutto il week end ha dimostrato di essere competitivo, siglato tempi impressionanti nelle prove e nelle qualifiche per disputare la Super Pole.

Da tanto non vedevamo una gara così stressante, con André a un soffio dalla vittoria e JEV ancora vittima di manovre aggressive. La sfortuna continua a perseguitare Jean-Éric; ha un grandissimo talento, ed è frustrante per lui non potersi battere per le prime posizioni.

Di questa gara ricorderemo la parte positiva, con André in testa per quasi tutto il tempo, che ha mostrato il potenziale della DS E-TENSE FE19 su una pista umida. Ora ci concentreremo su Sanya, per replicare una bella gara tra due settimane. »

Xavier Mestelan Pinon, Direttore di DS Performance: «Nonostante il risultato, mi congratulo con André per la sua performance. É andato veloce tutto il week end e avrebbe meritato la sua prima vittoria in Formula E. Naturalmente siamo enormemente delusi dall’esito della gara. La foratura provocata dal contatto di Sam Bird lo priva della vittoria. È stata veramente una doccia fredda per il team, ma il motorsport è così. Ora dobbiamo guardare avanti, alla prossima gara a Sanya, in Cina. »

Jean-Éric Vergne n°25 : «La sfortuna ci ha perseguitato anche oggi… Sono veramente dispiaciuto per André. Questa gara avrebbe dovuto essere sua, e il team perde una vittoria importante. Oggi è andato male tutto quello che poteva andar male. Non c’è molto da aggiungere. Dobbiamo buttarci tutto alle spalle e guardare avanti. Il team è compatto e deciso a risollevarsi a Sanya, la prova di casa nostra. Speriamo di fare una bella gara. »

André Lotterer n°36: «Poteva essere una bellissima giornata. L’urto di Sam Bird dell’ultimo giro mi ha distrutto uno pneumatico e la sospensione. Non è stata proprio una mossa all’insegna del fair play, e ci lascia senza nemmeno un punto. Anche se Sam viene penalizzato, non cambia niente e non posso riprendermi il primo posto. Ci ricorderemo che abbiamo siglato il miglior tempo in gara e che la DS E-TENSE FE19 è competitiva. Adesso dobbiamo pensare a Sanya»

Scroll