GAMMA DS, LAVORAZIONE POINT PERLE: HAUTE COUTURE ALL’INTERNO DELL’ABITACOLO | Media DS Italia

GAMMA DS, LAVORAZIONE POINT PERLE: HAUTE COUTURE ALL’INTERNO DELL’ABITACOLO

download-pdf
download-image
download-all
Mar, 26/05/2020 - 10:30

La raffinatezza degli interni dei modelli della gamma DS raggiunge livelli inediti grazie alla lavorazione “point perle” di derivazione diretta dal mondo dell’haute couture francese. Una tecnica che impreziosisce i dettagli dell’abitacolo e rende ogni DS unica.



DS 3 CROSSBACK, DS 7 CROSSBACK e DS 9 presentano un livello di raffinatezza inedito grazie all’atelier di artigiani del centro stile DS, dedicati al confezionamento degli interni di questi modelli. Al cuore di questo lavoro, svolto in particolar modo sui pellami degli interni, la cucitura “point perle” è una firma unica nel mondo automotive.

Il vantaggio di avere un team di artigiani integrato all’interno del DS DESIGN STUDIO PARIS è di poter sviluppare costantemente il savoir-faire del brand con nuove conoscenze: il “point perle” fa parte di questa evoluzione. Questa tecnica è stata oggetto di anni di lavoro prima della sua applicazione all’interno di DS 7 CROSSBACK.

Sviluppato per la prima volta sul concept DS DIVINE come dimostrazione dell’attenzione al dettaglio cara al brand DS, il “point perle” ha dovuto passare in seguito dei severi test per l’industrializzazione.

Concepito su una delle macchine da cucire del grande atelier “Colori e Materie”, in mezzo a centinaia di stoffe, di campioni e di oggetti di tendenza, il “point perle” è il risultato di test di cuciture a doppio lato.

Come dice lo stesso nome, il “point perle” riproduce un motivo a forma di perle. È ispirato a una tecnica di ricamo utilizzata nell’haute couture francese, per la realizzazione di dettagli altamente sofisticati.

E’ sulla linea di questo spirito di grande tradizione francese che i mastri sellai di DS Automobiles hanno scelto di lavorare sugli interni dei modelli della gamma, di confezionare i sedili con questo punto di cucitura e di farne un vero e proprio marchio di fabbrica.

Una volta validato sul concept car, questa tecnica è stata reinventata per adattarla all’industrializzazione e, soprattutto, per raggiungere gli obiettivi di durabilità e resistenza nel tempo.

Dopo tre anni di ricerca e validazioni, il progetto sostenuto da Thierry Metroz ha ricevuto il semaforo verde per trovare la sua prima applicazione su DS 7 CROSSBACK. Il Direttore del Centro Stile di DS Automobiles mostra una certa fierezza presentando questa innovazione, sia per l’exploit di immaginazione e di tecnica, che per la determinazione che caratterizza ogni giorno il lavoro delle donne e degli uomini del suo team.

Scroll