DS 7 CROSSBACK: LA PRIMA DS DELLA NUOVA GENERAZIONE | Media DS Italia

DS 7 CROSSBACK: LA PRIMA DS DELLA NUOVA GENERAZIONE

download-pdf
download-image
download-all
Mer, 06/12/2017 - 16:30

DS Automobiles, Marchio creato il 1° giugno del 2014, vive oggi un momento esaltante. Il personale del Marchio, determinato a ridare al settore dell’auto francese il rango che merita per l’audacia, la tecnologia e l’esperienza Cliente, da tre anni mette tutta la sua passione nel concretizzare questa visione.



Innanzitutto creando auto eccezionali. DS 7 CROSSBACK, primo modello DS della nuova generazione, è il veicolo nato insieme al Marchio. Per le proporzioni, la raffinatezza e le tecnologie esprime a pieno le aspirazioni di DS.
DS 7 CROSSBACK è commercializzato da una rete multicanale innovativa e dedicata a DS. Vogliamo offrire ai nostri Clienti un’esperienza unica, nel mondo digitale e nei nostri DS Store e DS Salon. I nostri punti vendita non sono allestiti come le classiche concessionarie, ma come boutique di lusso, in cui i Clienti possono prolungare un’esperienza iniziata su Internet, configurando i nostri modelli con la realtà virtuale di DS Virtual Vision.
Apriamo ogni giorno nuovi punti vendita DS nel mondo; a gennaio 2018 saranno 400.


Il nostro programma Only You, che offre una gamma completa di servizi esclusivi (DS Rent, per scoprire la gamma in locazione, DS Club Privilèges e la sua applicazione MyDS) ci permette di prolungare ulteriormente l’esperienza.
I feedback ricevuti sulla costruzione dell’universo DS ci confermano che stiamo dando al mercato qualcosa di diverso. Il Marchio DS, inserito in un grande Gruppo ma agile come una start up, è stato creato, modellato e ampliato da team appassionati. Oggi si concretizzano tre anni di lavoro. La nostra prima gratificazione sarà vedere i primi Clienti al volante di un DS 7 CROSSBACK, e scrivere insieme una nuova pagina dell’auto del 21° secolo.
Yves Bonnefont, direttore generale di DS Automobiles

DS 7 CROSSBACK: NUOVO SUV mondialE DI DS AUTOMOBILES

 

DS 7 CROSSBACK inserisce il Marchio in una dinamica nuova, alzando decisamente gli standard di comfort e tecnologia. Ripaga egregiamente gli sforzi dei team che hanno contribuito alla sua concezione e al suo sviluppo. «In 30 anni nel mondo automotive ho contribuito a molti lanci, - spiega Eric Apode, Direttore Prodotto e Sviluppo DS Automobiles. Ma con DS 7 CROSSBACK è diverso. Sono decisamente impaziente di vedere questa auto sulla strada, ai quattro angoli del mondo, perché arriviamo con un nuovo Marchio e prodotti innovativi, che conquisteranno nuovi Clienti. È decisamente entusiasmante».

 

DS Automobiles rappresenta il meglio del lusso alla francese, fondato su due assi portanti: la raffinatezza, amplificata dalla creatività e dalla preziosità dei materiali, e il carattere super tecnologico. Eric Apode e i suoi team hanno elaborato il piano di lancio del Marchio con sei nuovi modelli, che saranno commercializzati in 6 anni. Tenuto conto delle caratteristiche del mercato, la prima DS della nuova generazione non poteva che essere un SUV. «In tutti i Paesi che amano le auto premium, il SUV del segmento C  ha il maggior potenziale in termini di volumi e redditività, dichiara Eric Apode. In queste condizioni, era naturale che DS 7 CROSSBACK fosse il nostro primo modello».

 

Nuovo Riferimento

DS 7 CROSSBACK si posiziona come nuovo portabandiera di DS Automobiles. Fabbricato in Europa e in Cina, sarà venduto nelle aree in cui è presente il Marchio. Inoltre, DS 7 CROSSBACK prefigura gli elementi fondamentali dello stile dei futuri modelli DS: proporzioni generose e design essenziale e spettacolare. «Ci rivolgiamo a Clienti che vogliono affermarsi e sono alla ricerca di nuove sensazioni, precisa Eric Apode. La nostra strategia di offrire tratti caratteristici marcati, coltivare la nostra personalità ma offrire ai nostri Clienti un’ampia gamma di possibilità di personalizzazione deriva soprattutto dall’analisi delle loro aspettative. I nostri Clienti hanno generalmente grandi aspettative per la loro auto, conoscono molto bene i modelli esistenti sul mercato e vogliono distinguersi, valorizzare il proprio status e il proprio successo, in modo originale. Non comprano DS come comprerebbero un altro Marchio, ma guardando decisamente al futuro».

 

Voglia di elettrico

Con la versione ibrida ricaricabile E-Tense 4X4, DS propone esclusività e tecnologia d’avanguardia. L’elettrificazione è al centro della strategia del Marchio. Da questo momento tutti i nuovi modelli DS proporranno versioni 100 % elettriche o ibride ricaricabili. DS 7 CROSSBACK è la prima applicazione di questo piano prodotto con un forte valore aggiunto, e DS Automobiles prevede che nel 2025 queste tecnologie rappresenteranno oltre un terzo delle sue vendite.

«Al di là delle considerazioni commerciali, DS 7 CROSSBACK rappresenta una formidabile avventura umana, economica e industriale, conclude Eric Apode. Questo veicolo è la consacrazione di tanti anni di lavoro. Insieme ai vari team, siamo riusciti a creare l'auto che avevamo sognato, per stile e per tecnologia. Abbiamo anche potuto contare sulla nostra eredità, in linea con lo spirito innovativo della DS del 1955.  Con DS 7 CROSSBACK, abbiamo raggiunto un livello di prestazioni globali che lo rendono leader della sua categoria, sintesi perfetta tra lusso alla francese e innovazioni tecnologiche eccezionali».

 

 

Design eSTERNO: UNA STORIA DI PASSIONE, RIGORE, AUDACIA E SPIRITO DI SQUADRA.

 

Le prime decisioni strutturali del progetto DS 7 CROSSBACK della fase preliminare sono state adottate già al momento della creazione del Marchio. Nel primo step, ancora prima di delineare lo stile della carrozzeria, sono state definite le caratteristiche fondamentali, in stretta collaborazione con i team di ingegneria, con l’obiettivo di prendere il meglio della piattaforma tecnica scelta. In quel preciso momento era necessario definire proporzioni che garantissero al veicolo uno stile forte. Il processo di creazione dello stile di DS 7 CROSSBACK è iniziato con una competizione interna. Cinque designer hanno riportato su carta la loro visione progettuale. Il Marchio e il centro stile ne hanno poi scelti due. I due progetti sono poi stati sottoposti a un grande lavoro digitale, che ha portato alla creazione di due modellini in argilla, per la scelta finale.


Tutti i collaboratori del Marchio, il team di progetto e d’ ingegneria hanno poi optato per un unico progetto, avviando lo sviluppo del primo modello progettato interamente dal Marchio DS. È poi seguito un lungo lavoro di perfezionamento della qualità dello stile. Le linee di massima dello stile di DS 7 CROSSBACK sono state definite a fine 2014, secondo dimensioni e proporzioni ideali: 4,57 m di lunghezza, 1,89 m di larghezza e 1,62 m di altezza. I primi prototipi circolanti sono usciti dalla fabbrica a giugno 2016.

 

Uno stile che rivisita la modernità

DS 7 CROSSBACK, presentato in anteprima mondiale al salone di Ginevra 2017, contiene tutte le caratteristiche di stile e i tratti distintivi sui quali i designer DS lavorano da anni. Questo modello di nuova generazione contiene tutto il savoir-faire del centro stile, e tutti i codici stilistici delle future produzioni del Marchio. Il frontale, ispirato direttamente alla concept-car DS Divine, afferma l’identità del Marchio, lo status, la raffinatezza e la tecnologia. I proiettori DS Active LED Vision dai moduli orientabili sono la migliore dimostrazione, e incarnano lo spirito di avant-garde del Marchio, offrendo sicurezza e comfort ai passeggeri. Una performance tecnologica unica nel mondo dell’auto, che distingue immediatamente DS 7 CROSSBACK delle concorrenti. Le due luci posteriori monoblocco e le loro scaglie luminose, che offrono un effetto di profondità unico, sono un ulteriore elemento distintivo.

 

Con la silhouette, le ruote grandi, le ampie carreggiate, e il lungo cofano dotato di nervature, DS 7 CROSSBACK propone le caratteristiche proprie di un SUV, e trasmette sensazioni di potenza e grande carisma. Le forme semplici, scultoree e sensuali rafforzano la personalità e il carattere inimitabile della carrozzeria, insieme alla lavorazione di tutti i dettagli di stile abbinati alle linee essenziali. Le linee conferiscono alla silhouette uno stile essenziale e una personalità tutta sua. Con DS 7 CROSSBACK, DS inaugura una nuova era dell’auto, che potenzierà nel tempo il carattere distintivo dei suoi modelli.

 

 

3 domande a…Thierry Métroz, Direttore stile di DS Automobiles

 

DS 7 CROSSBACK è il primo modello nato con il Marchio DS, e a cui seguiranno altri. Sono stati studiati insieme per garantire un’omogeneità di stile?

È un po’ più complicato di così. Nel 2014 abbiamo progettato DS 7 CROSSBACK secondo una strategia chiaramente definita, in termini di stile interno sia esterno, compresi i colori e i materiali. Ma nello stesso tempo stavamo studiando il nostro concept DS Divine, e questo ci ha permesso di testare elementi di stile “a grandezza naturale” presso il grande pubblico. Diversi elementi di stile sono stati applicati a DS 7 CROSSBACK. Se si mettono a confronto i due veicoli, si nota chiaramente la somiglianza delle caratteristiche di stile, in particolare sul frontale. L’audacia è una delle componenti del nostro DNA, e il miglior esempio è stato applicare a un veicolo di serie le caratteristiche di una concept-car!

 

Quali sono gli elementi che hanno ispirato la definizione dello stile generale di DS 7 CROSSBACK, e come avete definito le dimensioni e le proporzioni?

La ricerca sul concept del SUV, al momento di decidere le misure, è stata effettuata inizialmente modellando la schiuma. Questo ci ha consentito di creare velocemente oggetti che permettessero di valutare le proporzioni, la carreggiata, il passo, la lunghezza del cofano o la misura delle ruote. Il successo di uno stile si fonda al 70 % sulla scelta delle proporzioni, e per cui abbiamo dedicato molte energie a questo aspetto. Per tale ragione DS 7 CROSSBACK presenta linee dinamiche e scolpite, e un design perfetto nelle proporzioni.

 

Da cosa ha tratto ispirazione il Marchio dalla DS del 1955, che ne rivendica l’eredità, per creare DS 7 CROSSBACK?

DS non rivendica un’eredità diretta in termini di stile, nessun design rétro; dell'iconico modello originale DS conserviamo lo spirito d’avant-garde.  Rompere i codici tradizionali ed essere sempre in anticipo sulla nostra epoca sono le linee guida che ci animano nel quotidiano e che rappresentano la nostra sfida. Sui nostri nuovi modelli vogliamo proporre sempre qualcosa che nessun altro abbia già, come dimostrano le luci anteriori e posteriori, ma anche numerosi dettagli ed equipaggiamenti che scoprirete in seguito, in particolare nell’abitacolo.

 

 

 

 

CONCEZIONE: ARTIGIANI AL SERVIZIO DELL’INDUSTRIA

 

Per definire i materiali e i colori che propone oggi DS 7 CROSSBACK, il costruttore francese ha chiesto aiuto a degli esperti, come i Meilleurs Ouvriers de France per i rivestimenti in pelle e a designer dagli stili più diversi tra cui architetti di interni, esperti del colore, ingegneri. Ogni dettaglio esterno o interno è stato studiato con grande cura, per garantire al futuro proprietario del nuovo SUV di DS un veicolo assolutamente completo.

«I materiali vengono selezionati tenendo conto del posizionamento della vettura, del target di clientela e dell’ambiente interno che si vuole creare, dichiara Sabine Le Masson Pannetrat, responsabile della divisione Design Colori e Materiali DS. All’inizio ci poniamo pochi limiti, nonostante delle specifiche tecniche da rispettare, perché l'idea è proprio quella di superare i limiti. I materiali selezionati dai designer vengono poi testati dal reparto tecnico, che ne verifica la resistenza alla luce o all'abrasione. Cerchiamo di essere più creativi possibile, ci sono ancora cose che non possono essere realizzate nel mondo dell'auto. Per questo, insieme ai nostri fornitori e sulla base della nostra esperienza, cerchiamo di trovare le migliori soluzioni che mettano d’accordo razionalità e inventiva.

 

Superare i limiti

L’abitacolo di DS 7 CROSSBACK propone diverse esclusive, come ad esempio il “point perle”, un’impuntura decorativa che crea piccoli punti a forma di perla sulla plancia e sui pannelli delle porte. La convalida tecnica (test di resistenza allo sfregamento e all’abrasione) ha richiesto oltre 4 anni di lavoro ai team DS e ai fornitori di equipaggiamenti, secondo un processo attualmente unico nel mondo dell’auto. Anche la finitura in legno è unica nel suo genere, con una superficie coperta decisamente superiore a quella di altre auto. L’essenza di legno scelta ha permesso anche un utilizzo in diagonale della venatura, lavorazione che richiede una tecnica particolare, non solo nel centro studi del Marchio ma anche da parte dei fornitori. «Lavorare il legno è difficile, perché il materiale è molto sensibile all’umidità e alla temperatura, precisa Sabine Le Masson Pannetrat. Tenevamo molto a proporre un legno poco verniciato, con una finitura a “pori aperti”. Per questo abbiamo dovuto avviare un rigorosissimo processo di selezione, per estrarre il meglio per i nostri Clienti».

Prima della selezione finale sono state valutate decine di combinazioni di materiali e tinte. Questo lavoro di perfezionamento si articola in più fasi: una prima fase di orientamento, per delineare lo spirito generale del prodotto, per passare poi alla selezione, attraverso un sistema di eliminazione per ridurre il numero di soluzioni, e infine un’ultima fase decisionale in cui vengono confermate le scelte. Ma la conferma definitiva avviene solo alla presenza di tutti i servizi del Marchio, e di prototipi in scala 1 a 1. «Questo è particolarmente importante per le tinte della carrozzeria, sottolinea Sabine Le Masson Pannetrat, la cui resa cambia secondo le dimensioni della vettura». Alla fine, per DS 7 CROSSBACK i team DS sono arrivati a proporre 9 tinte per la carrozzeria e 5 ispirazioni interne, che offrono elementi di distinzione.

 

- Ispirazione DS Bastille: dettagli cromati sugli elementi esterni, griglia della calandra e deflettore nero, ma anche finiture interne in una tinta bronzo ottenuta attraverso un processo originale denominato topage, sedili in tessuto bronzo, volante multifunzione in pelle pieno fiore, elementi rivestiti in TEP (poggia-braccio, maniglie delle porte), decorazioni della console centrale a lavorazione guilloché di colore nero matt.

 

- Ispirazione DS Performance Line: coniuga sportività ed eleganza con i particolari esterni cromati e neri, i badge esterni Performance Line su cofano e parafanghi, e i cerchi specifici da 19 pollici. All’interno, il volante tronco in Alcantara, i rivestimenti in Alcantara/ TEP, i tappetini Performance Line e la pedaliera in alluminio conferiscono un ulteriore tocco di sportività.

 

- Ispirazione DS Rivoli: dal nome della prestigiosa via parigina, offre a DS 7 CROSSBACK profili esterni cromati, ma anche comandi sotto al display centrale con inserti in cristallo, inserti della console centrale in alluminio a lavorazione guilloché, sedili elettrici rivestiti in pelle goffrata, tappetini e orologio B.R.M R180 che ruota all’avvio del veicolo.

 

- Ispirazione DS Opéra: sempre ispirata a un luogo simbolo della capitale francese, con badge specifici e dettagli cromati all’esterno, rivestimenti in pelle Nappa, plancia e pannelli delle porte con effetto patinato e impunture “point perle”. I sedili anteriori riscaldabili e ventilati con funzione massaggio, il parabrezza riscaldabile, l’orologio B.R.M R180 rotativo e il sistema DS Connect Nav con radio digitale sono altri elementi distintivi.

 

- Ispirazione DS Faubourg: propone i materiali più nobili, abbinando pelle ed ebano. Questo ambiente essenziale ed elegante vuole essere anche zen e raffinato. Faubourg si ispira al celebre Faubourg Saint-Honoré di Parigi, luogo simbolo del lusso e dell’arte, in cui risiedono diverse ambasciate, ma che ospita anche la residenza del Presidente della Repubblica, l’Eliseo. L’Ispirazione DS Faubourg sarà commercializzata nel 2019 per celebrare l’arrivo della versione ibrida ricaricabile E-Tense 4X4 di DS 7 CROSSBACK.

 

La lavorazione dei pellami e la tecnica guilloché: due specialità di DS

DS si avvale di diversi membri dell’associazione Meilleurs Ouvriers de France, abili artigiani che seguono il progetto dall’inizio alla fine. Conoscono bene la tecnica della lavorazione a mano e hanno in più esperienza nel settore auto. DS utilizza due tipi di pellami, una pelle goffrata e la Nappa, dall'aspetto più liscio, ma anche l'Art Leather, una Nappa patinata. Questi materiali esclusivi, che DS condivide generalmente con altri marchi automobilistici di lusso e di alta gamma, sono destinati agli abitacoli più raffinati come quelli di DS 7 CROSSBACK. A volte sono i team di design del Marchio che propongono nuovi materiali o nuovi metodi ai fornitori, come ad esempio i pellami usati per i sedili lavorati come un cinturino di orologio, che sono forniti da un’azienda e lavorati da un’altra.

 

 

 

Un’altra abilità di DS: la lavorazione guilloché.  Questa antica lavorazione, che risale al XVI secolo, consiste nel decorare la superficie di un materiale creando delle linee che si intersecano. Questa tecnica, generalmente riservato per la sua complessità agli orologi di alta gamma, grazie a DS è arrivato anche nel mondo dell’auto. Ad esempio, a bordo dell’ispirazione DS Opéra, è possibile ammirare l’alluminio guilloché “clous de Paris”, decorazione che consiste nel riprodurre piccoli chiodi a testa piramidale, separati da un solco. In generale, la lavorazione “clous de Paris” ritorna in vari punti dell’abitacolo, per omogeneità di stile e grande raffinatezza.

 

VITA A BORDO, COMFORT E ABITABILITÀ ECCEZIONALI

 

L’abitacolo di DS 7 CROSSBACK è studiato con grande cura del dettaglio e comfort ineguagliabile. Gli ingegneri incaricati del progetto hanno allestito gli interni dell’auto come un salotto, secondo tutti i principi di spazio, benessere, senso pratico, insonorizzazione e connettività che rappresentano i riferimenti dell’auto di oggi e di domani.

 

DS Automobiles ha le carte in regola per surclassare la concorrenza in termini di rivestimenti interni, per dimensioni e design, ma anche per comfort, indipendentemente dalla durata del viaggio. I sedili sono imbottiti con spugne poliuretaniche ad alta densità, che filtrano meglio le asperità del fondo stradale e non si deformano nel tempo. Tutto quindi è previsto per durare. La funzione massaggio, per i modelli che la prevedono, è stata modificata dal punto di vista tecnico, e prevede ora delle "sacche" d'aria programmabili ad intensità variabile. Le versioni riscaldate e ventilate assorbono e riemettono fino a 40 m3 di aria all’ora, per un comfort ottimale. Infine è importante sottolineare che DS 7 CROSSBACK propone di serie degli schienali posteriori reclinabili elettricamente, per rendere i viaggi ancora più riposanti. DS ha utilizzato tutta la tecnologia disponibile sul mercato per studiare sedili che rappresentino attualmente un punto di riferimento.

 

Silenzio, si parte!

DS vuole superare la concorrenza anche a livello di insonorizzazione e di riduzione delle vibrazioni. La soluzione tecnica fornita dagli ingegneri del Marchio è stata quella di dotare tutte le versioni di DS 7 CROSSBACK, a partire dalla versione d’ingresso della gamma, del pack che prevede la massima insonorizzazione. Questo isolamento è unico nella categoria: isolanti di alta gamma a livello della paratia (tra motore e abitacolo), nei passaruota, sotto al cofano, nei pannelli delle porte, nel tetto e a livello dei tappetini. DS 7 CROSSBACK può anche accogliere vetri laterali stratificati, davanti e dietro, proposta unica nella categoria.

 

Comfort acustico e connettività

In termini di car hi-fi, il numero di altoparlanti fa la differenza. E DS 7 CROSSBACK ne può accogliere fino a 14 con una potenza di 515W. Ma il Marchio è andato ben oltre nella ricerca della performance acustica insieme al suo partner Focal, produttore francese di sistemi hi-fi. L’orientamento degli altoparlanti, ma anche la rigidità dei pannelli sui quali sono posizionati e la qualità della griglia che li protegge sono stati oggetto di ricerca minuziosa. DS e Focal hanno lavorato congiuntamente per trovare il miglior adattamento possibile per un hi-fi all’interno di un’automobile. Per quanto riguarda la connettività, gli ingegneri hanno integrato tutte le novità che venivano presentate sul mercato man mano che il veicolo prendeva forma, per raggiungere il massimo livello oggi esistente. DS 7 CROSSBACK offre quindi numerose applicazioni che permettono agli automobilisti di sfruttare, ad esempio, una navigazione connessa con informazioni sul traffico in tempo reale, meteo lungo il tragitto, e anche avere accesso a Internet e utilizzare le funzioni del proprio smartphone attraverso Apple CarPlay o MirrorLink. Questo sistema rappresenta quanto di meglio realizzato dal Groupe PSA fino ad ora.

 

 

Elevato senso pratico

DS 7 CROSSBACK ha un’abitabilità eccellente, ma anche numerosi vani portaoggetto facilmente accessibili e di misure differenti, in modo da offrire ottime possibilità di alloggiamento. La direzione del Marchio ha insistito su questo aspetto: il concetto di comfort deve essere abbinato al senso pratico. In questo modo ogni passeggero ha a portata di mano diversi spazi per poter riporre gli oggetti personali, sempre più numerosi nell’era della connettività.

 

Tre domande a… Xavier Savignac, Direttore del progetto DS 7 CROSSBACK

 

Quali criteri avete usato per stabilire il livello di comfort di DS 7 CROSSBACK?

È un lavoro di squadra tra tutti i comparti del Marchio, soprattutto tra le donne e gli uomini del centro stile: sono loro a vedere più lontano all’interno dell’azienda, e individuano il tipo di vettura, di equipaggiamenti e di servizi che saranno più richiesti dalla clientela. Ovviamente le tendenze sono poi confermate dalle indagini di marketing, ma tutto questo ci permette di essere visionari e in linea con le aspettative dei Clienti. Per gli interni, le cose erano chiare sin dall’inizio. Volevamo essere i primi sotto ogni aspetto: comfort nel senso più ampio del termine, ma anche connettività e abitabilità.

Le prestazioni immaginate all’interno hanno avuto un’incidenza sulle dimensioni esterne?

Le specifiche tecniche prevedevano il miglior equilibrio possibile tra stile esterno, proporzioni e abitabilità. Abbiamo comunque avuto molte discussioni sulla lunghezza, perché DS 7 CROSSBACK raggiunge 4,57 m (e 4,60 m in Cina, targa inclusa, ndr), mentre la media del segmento è 4,45 m. Ma in ogni caso volevamo più spazio a bordo, soprattutto dietro, mantenendo un gran volume del bagagliaio, che è di 555 litri. Inoltre, tenendo conto della piattaforma scelta, abbiamo anche fatto in modo che la tecnologia E-Tense, l’ibrido benzina ricaricabile di DS, non influisse sui volumi interni. Per tutti questi motivi, era necessario posizionarci al livello alto del segmento, che tra l’altro è perfetto per un veicolo dalla vocazione internazionale.

 

Cosa offre DS 7 CROSSBACK più della concorrenza?

Un trattamento dell’abitacolo fuori dal comune, che attraverso la ricerca delle superfici e dei volumi propone un comfort che si ispira a quello di un salotto. Inoltre, la proposta di differenti universi in base alle differenti “ispirazioni DS” è una cosa inedita. Offriamo innegabilmente possibilità e scelte che non esistono altrove. Anche la qualità dei sedili, lo spazio a bordo, il numero di alloggiamenti e l’insonorizzazione sono stati portati ai massimi livelli, e ridefiniscono gli standard del lusso alla francese all’interno di un’automobile. DS 7 CROSSBACK è anche altamente tecnologico, con due display da 12 pollici, di cui uno HD, un sistema hi-fi di alta qualità e una connettività avanzata. Questo veicolo riunisce tutto il meglio della categoria, con un tocco di eleganza in più. Quando ci si siede per la prima volta dentro a DS 7 CROSSBACK, si sente.

 

 

SERENITÀ DINAMICA SULLA STRADA

 

L’esperienza di guida inizia con l’apertura della porta, che subito lascia percepire una sensazione di alta qualità. È facile trovare la posizione di guida grazie alle numerose regolazioni disponibili. L’avviamento senza chiave, di serie su qualsiasi DS 7 CROSSBACK, permette di avviare il motore con la semplice pressione di un pulsante. Mentre la motorizzazione BlueHDi 130 è abbinata ad un cambio manuale a 6 rapporti, le altre motorizzazioni disponibili (Diesel, BlueHDi 180, ma anche benzina PureTech 180 e 225, sono abbinate a un nuovissimo cambio a 8 rapporti. In entrambi i casi, la leva del cambio garantisce comodità e serenità di utilizzo tipiche del DNA di DS 7 CROSSBACK. Queste qualità primarie non devono nulla al caso, sono il risultato di un lungo processo di sviluppo.

 

Le esigenze della Sintesi Cliente

Al centro di una scheda tecnica stilata ben prima della conclusione del veicolo, c’è la voce “Prestazioni dinamiche”, la cui responsabilità è del team Sintesi Cliente diretto da Alain Joseph. Acustica, comfort, tenuta di strada: è stato definito tutto ciò che il Cliente finale dovrà percepire attraverso il volante, e questo ordine è stato poi trasmesso ai diversi servizi che si occupano dello sviluppo della vettura. Per quel che riguarda la guida, un team di cinque persone passa al setaccio i modelli della concorrenza, più o meno come fanno i collaudatori di auto della stampa specializzata quando eseguono i confronti. Questo lavoro è iniziato 4 anni fa, ed è stata valutata ogni singola prestazione, fino a 100 voci in tutto. In seguito, i piloti collaudatori di DS danno un voto da 1 a 10. «Dopo aver valutato la concorrenza, bisogna definire il livello al quale si vuole posizionare la nostra vettura in funzione delle priorità stabilite dalla direzione prodotto, dice Alain Joseph. Per quel che riguarda la tenuta di strada e le prestazioni su strada generali di DS 7 CROSSBACK, abbiamo puntato al primo posto della categoria tenendo anche conto delle evoluzioni del mercato. È il nostro marcatore “serenità dinamica”, uno dei pilastri del DNA del Marchio, che ha portato tutti i team incaricati dello sviluppo a superarsi e a innovare. Nel corso dei nostri studi, abbiamo rispolverato i libri e gli appunti riguardanti le grandi berline stradiste che hanno fatto la storia con il loro spirito d’avanguardia, come ad esempio la SM e la DS. Questa è la filosofia che abbiamo voluto seguire per DS 7 CROSSBACK, grazie alle tecnologie contemporanee: offrire al conducente la massima serenità in tutte le condizioni, e dargli garanzia di dinamicità in ogni momento, secondo noi sono le due principali qualità delle grandi berline stradiste».

 

Per raggiungere il livello di prestazioni stabilito, DS ha selezionato la piattaforma tecnica modulare EMP2 già utilizzata su altri modelli del Groupe PSA ma ampiamente adattata al segmento e alle ambizioni delle prestazioni di DS. L’assale posteriore con traversa deformabile è stato sostituito da un modello a bracci multipli, che garantisce maggiore morbidezza ed elimina anche molti rumori di vibrazione. Gli ingegneri di DS hanno allungato il passo di 5,5 cm e hanno allargato le carreggiate anteriori: in questo modo anche l'assale anteriore è diventato specifico. DS 7 CROSSBACK è il primo veicolo del Gruppo a utilizzare questa architettura.

 

Ammortizzatori pilotati di nuova generazione

Il primo SUV di DS ha una nuova ammortizzazione variabile multimodale che utilizza sia le informazioni fornite dai diversi captatori della vettura (accelerazione, velocità, angolo volante) sia le informazioni fornite da una telecamera situata nel parabrezza che analizza il profilo del manto stradale fino a 20 metri più avanti. Ad oggi, solo alcune limousine di altissima gamma dispongono di questa tecnologia. Al volante, è evidente il beneficio di questo dispositivo altamente tecnologico: ad esempio, permette di superare un dosso evitando le oscillazioni che ne conseguono e ritrovando una stabilità immediata. Il comportamento adattativo degli ammortizzatori gode quindi di un’informazione preventiva che permette di migliorarne le prestazioni, e assicurare il miglior livello di comfort e di sicurezza agli occupanti.

 

Il piacere di guida e la precisione stradale sono aumentati grazie alla maggiore rigidità della scocca. Questa caratteristica è stata ottenuta grazie a una tecnologia di saldatura a caldo. Tra ogni punto di saldatura sono stati aggiunti dei cordoni di colla, per un totale di 22 metri, per migliorare la resistenza alla torsione che in questo modo aumenta del 30%. Questa caratteristica “monolitica”, cioè l’impressione di guidare un veicolo realmente solido, si percepisce al volante e in tutti gli altri posti della vettura. Questo trattamento permette di ridurre le vibrazioni e di migliorare l’insonorizzazione.

 

Questo concetto di benessere si esprime anche tramite lo sterzo, grazie a un volante dalla misura accuratamente studiata, e due modalità di funzionamento: Normale, per un utilizzo quotidiano e una morbidezza ottimale, e Sport per un’esperienza più dinamica con maggiore “resistenza”. In entrambi i casi, la percezione della strada e la precisione sono eccellenti. Anche il diametro del volante è stato ottimizzato: una dimensione abbastanza grande per garantire serenità in ogni circostanza, ma un po’ più piccolo della media per aggiungere un tocco di dinamicità e di comodità. DS 7 CROSSBACK è pronta a mettersi in strada in tutta serenità e a offrire le migliori prestazioni dinamiche.

 

La qualità come obiettivo fisso

Per verificare che il contratto di prestazione che è stato firmato da tutti i team incaricati dello sviluppo sia stato rispettato, Alain Joseph e i suoi assistenti effettuano delle prove di controllo su strada: prima sui veicoli muletto e poi sui veicoli di preserie, che hanno iniziato a viaggiare a gennaio 2017 opportunamente camuffati. Contemporaneamente vengono eseguiti dei test di resistenza, al simulatore e in alcune zone del mondo, per quasi 2 milioni di chilometri. Quando la vettura sarà rivelata al grande pubblico, verranno eseguiti altri test a grandezza naturale tramite una flotta aziendale: si tratta di veicoli affidati a membri del personale del Marchio o a professionisti che percorrono lunghe distanze. << Carlos Tavares, Presidente di Groupe PSA, ha sempre specificato “quality first”, la qualità prima di tutto>>, dice Alain Joseph. Con DS 7 CROSSBACK, sappiamo già che in termini di veicoli nuovi saremo al top, ma lo saremo anche in termini di qualità durante l’utilizzo, per la quale abbiamo valutato ogni aspetto, andando anche oltre quello che abbiamo realizzato finora con PSA. È la nostra prima DS, e sappiamo che il nostro successo è legato a questa vettura: abbiamo fatto il possibile per realizzare un mezzo impeccabile».

 

DS 7 CROSSBACK E-Tense 4X4: AVANGUARDIA E INNOVAZIONE

 

DS 7 CROSSBACK E-Tense 4X4 è la versione ibrida benzina ricaricabile (plug-in hybrid) di DS 7 CROSSBACK. Commercializzata dal 2019, traduce la volontà di DS di proporre prestazioni eccezionali, in linea con l’immagine tecnologica di DS 7 CROSSBACK e il posizionamento del Marchio.


DS Automobiles ha messo a frutto il suo know-how in materia di ibrido per potenziare l’autonomia elettrica in un veicolo di respiro internazionale basato su un motore 1.6 turbo benzina da 200 cv. Grazie a due motori elettrici da 80 kW (uno sull’assale anteriore e uno su quello posteriore), DS 7 CROSSBACK E-Tense 4X4 sviluppa fino a 300 cv in potenza combinata. È in grado di soddisfare tutte le esigenze in termini di prestazioni e di normative ambientali, ed è ideale per coloro che cercano un modello originale a trasmissione integrale non permanente.

 

Prestazioni eccezionali

La potenza e la coppia sviluppata garantiscono accelerazioni ottimali (il passaggio da 0 a 100 km/h più rappresentativo dell’intera gamma e oltre 220 km/h di velocità massima) ma DS 7 CROSSBACK E-Tense 4X4 offre anche molto altro. L’autonomia in modalità “zero emission” (ciclo WLTP) raggiunge i 50 km e le emissioni di CO2 sono contenute (40 g/km in ciclo misto) grazie al processo di omologazione. Per una ricarica completa bastano poco più di 4 ore con un caricatore da 3,3 kW e una presa da 16A, e solo 1ora e 40 minuti con un caricatore da 6,6 kW e una presa da 32A.

 

DS 7 CROSSBACK  E-Tense 4X4 sorprende anche su strada. In modalità EV, 100% elettrica, l’accelerazione non produce sostanze inquinanti almeno fino a 130 km/h. Quando le batterie hanno fornito l’energia necessaria a viaggiare in “zero emission”, la modalità ibrida raccoglie il testimone: DS 7 CROSSBACK E-Tense diventa quindi un veicolo a trazione anteriore, che utilizza il motore termico ed elettrico anteriore oppure, all’occorrenza, un 4 ruote motrici, grazie alla potenza fornita dall’assale anteriore in caso di forte sollecitazione o quando le condizioni di aderenza lo richiedono. Il conducente può scegliere di guidare sempre in 4X4 utilizzando una modalità dedicata.

 

Una guida fluida

Il movimento del pedale del freno nelle auto ibride e ibride ricaricabili è generalmente poco fluido, ma non su E-Tense di DS 7 CROSSBACK. DS e i suoi fornitori stanno lavorando sulle calibrazioni e sul sistema di frenata per fare in modo che ci si senta come su un veicolo termico sia in frenata sia in accelerazione, sempre nell’ottica della soddisfazione Cliente e con l’obiettivo di distinguersi dalla concorrenza.

 

 

3 domande a Olivier Salvat, Project Manager PHEV “Plug-in Hybrid Electric Vehicle”

 

Quando arriverà sul mercato DS 7 CROSSBACK E-Tense 4X4 e perché questa versione sarà lanciata dopo DS 7 CROSSBACK?

DS 7 CROSSBACK E-Tense sarà lanciata più avanti per poter utilizzare una nuova generazione di celle a densità energetica maggiore e creare batterie più compatte, evitando di compromettere abitabilità e volume del bagagliaio. Saremo la prima casa automobilistica o comunque tra le prime ad utilizzare queste batterie, che posizioneremo sotto i sedili posteriori. La commercializzazione è prevista per il 2019.

 

Su cosa lavorerete prima della commercializzazione di DS 7 CROSSBACK E-Tense 4X4?

Effettueremo dei test di durata su tutti i componenti, per lavorare sulla calibrazione e garantire un risultato di qualità.  Ma la nostra è una sfida anche dal punto di vista produttivo. Abbiamo scelto di puntare su una piattaforma che combini diversi tipi di energia: questo significa che saremo in grado di produrre versioni PHEV su tutti i veicoli costruiti sulla piattaforma EMP2. Questa trasformazione a livello produttivo interessa ovviamente le fabbriche francesi di Sochaux e Mulhouse ma anche quelle cinesi.

 

Qual è il plus principale della tecnologia E-Tense per i Clienti?

La facilità d’utilizzo del plug-in ibrido è il nostro leitmotiv. La nostra missione è offrire al Cliente le prestazioni di cui ha bisogno di volta in volta, senza che risulti complicato o comporti dei limiti. Lavoriamo sull’interfaccia uomo-macchina: semplificare l’approccio a un veicolo così evoluto è una sfida che siamo fieri di raccogliere. DS 7 CROSSBACK E-Tense 4X4 non sarà solo uno dei veicoli più all’avanguardia sul piano tecnico ma anche uno dei più facili da utilizzare.

 

 

TRASFERIMENTO DI TECNOLOGIA DALLA PISTA ALLA STRADA

 

Nel giugno 2015, DS Performance, la divisione sportiva di DS Automobiles, ha iniziato a collaborare con Virgin Racing per creare una scuderia di Formula E, una nuova disciplina FIA in cui delle monoposto 100 % elettriche si sfidano in circuiti cittadini. Il campionato propone un format unico: test e gara si svolgono lo stesso giorno. DS potrà incontrare i fan in alcune delle città più importanti del mondo, quali Hong-Kong, New York, Montreal, Berlino, Roma e Parigi, la tappa più mediatica del calendario, che vede come scenario Les Invalides. Ma l’interesse di DS per la Formula E non si limita al marketing e alla comunicazione. Xavier Mestelan-Pinon, Direttore di DS Performance: «Lo sport automobilistico accelera la ricerca e lo sviluppo. Quello che impariamo in Formula E è estremamente utile per chi lavora alla messa a punto delle auto di serie. Ovviamente per ”trasferimento di tecnologia” non intendiamo il fatto di portare su veicoli standard componenti di auto da corsa adattati. È tutto quello che riusciamo a capire su componenti e materiali che ci fa migliorare e risparmiare tempo. La simulazione informatica, molto utilizzata negli sport automobilistici, permette inoltre di andare più in fretta e più lontano nell’esplorazione di nuove strade in ambito tecnologico, per trarne il massimo a beneficio di tutte le applicazioni».

 

Unire l’utile al dilettevole

La Formula E è un eccellente mezzo di comunicazione, consente di risparmiare tempo nello sviluppo dei veicoli di serie grazie al trasferimento di tecnologia e, soprattutto, contribuisce a rivoluzionare la percezione del veicolo elettrico. «Le gare sono molto combattute», sottolinea Xavier Mestelan-Pinon, «e il fatto che si corra in pieno centro, a volte a più di 200 km/h, le rende ancora più spettacolari. Queste corse, ovvero gli ePrix, non permettono solamente di testare soluzioni tecniche in condizioni estreme ma anche di dimostrare che migliorare è possibile, anche in termini di prestazioni, cosa molto importante per l’immagine e l’idea che si ha del veicolo elettrico, che prenderà sempre più piede nei prossimi anni. Inoltre, quello che abbiamo imparato in Formula E ha permesso d'introdurre notevoli migliorie tecniche nei programmi informatici di DS 7 CROSSBACK e a beneficiarne ancora di più sarà la versione ibrida benzina ricaricabile E-Tense 4X4, commercializzata nel 2019».

 

 

È importante sottolineare che tutti i futuri modelli DS proporranno una versione ibrida ricaricabile o 100 % elettrica e che nel 2025 queste motorizzazioni rappresenteranno più di un terzo delle vendite del Marchio.

 

COMFORT d’utiliZZO E SICUREZZA

 

DS 7 CROSSBACK offre i migliori dispositivi di comfort e sicurezza disponibili sul mercato.

Dal livello SO CHIC, propone di serie ABS, amplificatore della frenata d’emergenza (anche automatica) con ripartitore elettronico, ESP, funzione Hill Assist, Active Safety Brake, sistema di sorveglianza della pressione dei pneumatici, Drive Attention Alert, Lane Departure Warning, Active Cruise Control e Speed Limit Detection.

 

 Un equipaggiamento estremamente completo che si arricchisce, salendo di gamma, con nuove funzionalità:

 

DS ACTIVE LED VISION: Oltre ai LED rotativi, molto piacevoli esteticamente, i fari producono un fascio luminoso adattativo che si adegua alle condizioni della strada e alla velocità del veicolo in base a cinque modalità che si attivano automaticamente: Parking, Town Beam (città), Country Beam (campagna), Motorway Beam (autostrada), e Adverse Weather (pioggia). Tra le funzioni proposte, troviamo anche i “fari direzionali” (Dynamic Bending Light) e gli High Beam (abbaglianti), un deciso plus in termini di sicurezza.

 

DS CONNECTED PILOT: Un ulteriore passo avanti verso la guida autonoma. Il sistema DS CONNECTED PILOT prevede un Adaptive Cruise Control che modula la velocità in funzione di quella del veicolo che precede, e posiziona DS 7 CROSSBACK nella carreggiata con estrema precisione (tra le linee continue o discontinue) in base alla scelta del conducente, agendo sullo sterzo. Molto utile negli ingorghi o in autostrada, può essere attivata da 0 a 180 km/h secondo le norme stradali in vigore.

 

DS PARK PILOT: Un parcheggio in parallelo particolarmente difficoltoso o uno a pettine non indicato molto bene? Ci pensa DS PARK PILOT. Passando davanti a un parcheggio (fino a 30 km/h), il dispositivo rileva se lo spazio è sufficiente per parcheggiare DS 7 CROSSBACK e lo comunica al conducente, che seleziona il tipo di spazio (a pettine o in parallelo), preme Park e si gode lo spettacolo. Il dispositivo gestisce tutto (accelerazione, freno, frizione), anche nella fase di uscita dal parcheggio.

 

DS NIGHT VISION: Garantisce una visibilità notturna senza paragoni. Una telecamera a infrarossi, posizionata in modo molto discreto nella calandra, è in grado di rilevare pedoni e animali fino a 100 metri davanti al veicolo. Li indica in giallo sul quadro strumenti situato nel campo visivo del guidatore, e invia un segnale sonoro per avvisarlo. È la prima volta che troviamo un equipaggiamento del genere su un veicolo di questo tipo.

 

DS DRIVER ATTENTION MONITORING : Il sistema rileva un’eventuale distrazione o sonnolenza del guidatore e lo avvisa. Grazie a una telecamera a infrarossi sopra al volante e a un'altra posizionata sulla parte alta del parabrezza, vengono analizzati gli occhi (battiti delle palpebre), il viso (direzione dello sguardo) e i movimenti della testa del conducente ma anche la traiettoria del veicolo o la forza esercitata sul volante. Se il sistema rileva un’anomalia, si attiva un segnale sonoro e sul quadro strumenti appare il messaggio “Prenditi una pausa”.

 

 

 

DS ACTIVE SCAN SUSPENSION: Sospensione attiva pilotata da una telecamera. Il sistema rileva le imperfezioni della strada davanti al veicolo e pilota costantemente – e in modo indipendente tra loro – i 4 ammortizzatori. La telecamera dietro al parabrezza, i quattro sensori d’assetto e i tre accelerometri analizzano la strada e le reazioni del veicolo (velocità, angolo volante, frenata). Trasmettono quindi in tempo reale i dati a un calcolatore, che agisce su ciascuna ruota in modo indipendente. Prevede e si adatta immediatamente alle condizioni della strada, migliorando considerevolmente il comfort.

 

CAMBIO AUTOMATICO Il nuovo Efficient Automatic Transmission 8 è un cambio elettrico che garantisce un comfort d’utilizzo eccezionale grazie a un inserimento delle marce fluido e silenzioso.

Un piacere di guida che si traduce anche in una diminuzione del consumo del carburante, con una riduzione del 4% rispetto al cambio EAT6 e addirittura del 7 % in modalità ECO (con Free Wheeling, una novità lanciata da DS 7 CROSSBACK). L’EAT8 può beneficiare anche della funzione Advanced Traction Control (ATC), per maggiore motricità in condizioni di aderenza ridotte.

 

 

Scroll