DAL 7 ALL’11 FEBBRAIO 2018, DS AUTOMOBILES CON LE AUTO PRESIDENZIALI ALLA 43ª EDIZIONE DEL SALONE RÉTROMOBILE | Media DS Italia

DAL 7 ALL’11 FEBBRAIO 2018, DS AUTOMOBILES CON LE AUTO PRESIDENZIALI ALLA 43ª EDIZIONE DEL SALONE RÉTROMOBILE

download-pdf
download-image
download-all
Mer, 31/01/2018 - 16:15
(84 Visualizzazioni)

Al prossimo salone Rétromobile il marchio DS prolunga l’esperienza della campagna presidenziale francese di un anno fa. DS 7 CROSSBACK Presidenziale, auto d’eccezione, creata per l’investitura del  25° Presidente della Repubblica Francese, Emmanuel Macron, non mancherà l’appuntamento con gli appassionati di storia e tradizione. Al suo fianco, le illustri antenante che hanno accompagnato i Presidenti della Vª  Repubblica Francese, dal Generale de Gaulle a François Hollande, con le versioni presidenziali di DS 21, SM e DS 5. Illustri ambasciatrici per celebrare un patrimonio eccezionale, valorizzato con l’esposizione della DS 21 Pallas, auto personale del Generale de Gaulle, di una DS 19 del 1961, una  delle ultime che sfoggia  il design originale della DS del 1955, di una DS Lorraine firmata Chapron, appartenuta al Presidente del Senato Alain Poher, e di una SM del 1971 ordinata da Line Renaud.

Grazie al prezioso supporto de l’Amicale Citroën & DS France*, dei Club DS ed SM** e di DS Héritage***, i visitatori potranno apprezzare l’eccellenza del savoir-faire francese caro a DS Automobiles. Appuntamento quindi dal 7 all’11 febbraio 2018, nella Hall 1 del Parco Esposizioni Porte de Versailles a Parigi.



«Il marchio automobilistico francese DS si fonda, sin dalla nascita, sui valori di innovazione, eccellenza e avanguardia della sua augusta ispiratrice, la DS 19. Insieme alla sorella minore SM, rappresenta un’icona del premium francese. Con l’esposizione di DS 7 CROSSBACK Presidenziale alla prossima edizione di Rétromobile, al fianco di modelli DS e SM d’eccezione, che hanno segnato la storia del nostro Paese, riaffermiamo le nostre linee guida, connubio di stile e alta tecnologia, confort e dinamismo, materiali nobili e raffinatezza. Ieri come oggi, e per molto tempo ancora», dichiara Yves Bonnefont, Direttore Generale del marchio DS.

Ogni anno il salone Rétromobile è l’appuntamento che gli appassionati di auto leggendarie non perderebbero per niente al mondo. Dal 7 all’11 febbraio 2018 quindi, si daranno appuntamento al Parco Esposizioni Porte de Versailles a Parigi. Nella Hall 1, DS Automobiles condividerà con il grande pubblico alcuni dei migliori esemplari del suo patrimonio. Per l’occasione, il Marchio ha organizzato l’incontro tra DS 7 CROSSBACK Presidenziale e le sue ispiratrici, DS e SM, che hanno accompagnato i Presidenti della Vª Repubblica. Auto leggendarie, che rappresentano lo spirito di avant-garde e l’eccellenza del savoir-faire francese. In programma, un viaggio nella storia francese degli ultimi 60 anni, che prosegue ancora oggi. Un viaggio ricco di incontri, passione e scambio culturale tra rappresentanti di club, esperti e neofiti.

DS 7 CROSSBACK PRESIDENZIALE, LA PRIMA PRESIDENZIALE DI SECONDA GENERAZIONE

DS 7 CROSSBACK Presidenziale è un’auto unica, realizzata appositamente per l’Investitura del 25° Presidente della Repubblica Francese, Emmanuel Macron. Il 14 maggio 2017, DS 7 CROSSBACK Presidenziale è entrata nella storia con la sua prima uscita ufficiale, i primi giri sugli Champs Elysées, con a bordo il nuovo Presidente.

La DS 7 CROSSBACK Presidenziale, color Blu Encre, propone una finitura esclusiva e il tetto apribile realizzato su misura, elementi di identificazione specifici come la scritta ‘République Française’ sulle fiancate, e il supporto per la bandiera.

Gli interni in pelle Art Leather nera sono sottolineati da un rivestimento in Toile de Laque, materiale studiato e creato dall’Atelier Maury, famoso decoratore parigino. Tocchi dorati sottili e leggeri ornano la scocca dei retrovisori e i cerchi da 20 pollici, dimostrazione di un savoir-faire francese che questi artigiani hanno saputo conservare nei secoli.

La DS 7 CROSSBACK Presidenziale, decisamente tecnologica, imbarca anche tutti gli equipaggiamenti high-tech proposti sulla versione di serie: DS CONNECTED PILOT, che apre la via alla guida autonoma, DS ACTIVE SCAN SUSPENSION, la sospensione DS del 21° secolo, DS NIGHT VISION, che permette una visibilità notturna eccezionale.

La DS 7 CROSSBACK Presidenziale è la prima DS Presidenziale di seconda generazione.

DS 7 CROSSBACK Presidenziale, ultima nata di una discendenza eccezionale

Con DS 7 CROSSBACK Presidenziale, DS Automobiles si inserisce nella tradizione delle DS e delle SM che hanno accompagnato i Presidenti della Vª Respubblica. A Rétromobile, il marchio DS, con la preziosa collaborazione de l’Amicale Citroën & DS France*, dei Club DS ed SM** e di DS Héritage***, invita i visitatori a un viaggio nella storia, attraverso modelli d’eccezione, riuniti tutti insieme per l’occasione.

Con un salto indietro agli anni 60, una DS 19 Confort del giugno 1961 ricorda il tempo in cui le DS percorrevano i cortili del Palazzo dell’Eliseo, dell’Hotel Matignon o dei ministeri. L’auto esposta è stata restaurata nel 2016, secondo le caratteristiche originali. È una delle ultime DS prodotte secondo il design della DS del 1955, con le caratteristiche prese d’aria situate sui parafanghi anteriori, comunemente definiti “parafanghi a posacenere”. Equipaggiata di un motore da 83cv, nuovo per l’epoca, propone interni con rivestimento in Elanca Blu.

La DS originale deve sicuramente il ricordo di lunga data, ancora vivo nella nostra memoria, a un ambasciatore d’eccezione, il Generale de Gaulle, 18° presidente della Repubblica francese e 1° della Vª Repubblica, che l’ha adottata non appena insediato, nel 1958, per tutti gli spostamenti ufficiali e privati. Tuttavia, la prima DS limousine di gala arriverà solo dieci anni più tardi nel parco del Palazzo dell’Eliseo, la DS 21 Presidenziale, targata 1PR75 – con PR che sta per Presidenza della Repubblica. Questa auto eccezionale, consegnata il 14 novembre 1968, prevedeva tra le richieste tecniche una lunghezza superiore alla Lincoln usata allora dal Presidente degli Stati Uniti. Misura 6,53m ed entra appena nel più grande garage dell’Eliseo (6,87m).

Nel marzo 1969, la DS 21 Presidenziale è stata usata durante la visita del Presidente americano Richard Nixon, che, insieme al presidente francese Charles de Gaulle, ha disceso gli Champs Elysées.

Disegnata dal Centro stile Citroën e allestita dal carrozziere Henri Chapron a Levallois-Perret, questo modello unico, realizzato sulla base di una DS 21, accoglie equipaggiamenti tra i più lussuosi, con un vetro di separazione bombato e inclinato, sedili interamente rivestiti in pelle marrone, uno strapuntino per l’interprete, vetri elettrici, climatizzatore, illuminazione diretta e indiretta, interfono e minibar integrato.

È stata usata dai presidenti Charles de Gaulle e Georges Pompidou fino a quando è stata sostituita nel 1972 da due SM Presidenziali decapottabili.

Lanciata nel marzo 1970 al Salone di Ginevra, la SM si presenta come la degna erede della DS. La SM incarna il Gran Turismo francese, fatto di performance e raffinatezza.

Gli studi che hanno portato alla realizzazione di questa grande stradista sono stati condotti sulla base di DS. Oltre al motore a sei cilindri a V (Maserati), possiede tutto il DNA della DS, sia per tecnica che per equipaggiamenti, confort, finiture e qualità dinamiche.

Nel 1971, durate il mandato del 19° Presidente della Repubblica Francese Georges Pompidou, la Presidenza ordina due esemplari esclusivi di SM allungate, decappottabili, 4 porte. Sono in color Grigio Antracite metallizzato ‘Black Tudor’, mentre gli interni sono in pelle naturale.

Queste SM Presidenziali realizzate dal carrozziere Henri Chapron, adottano un cambio e un sistema di raffreddamento specifici, per poter andare a passo d’uomo. Utilizzate durante le cerimonie ufficiali con ospiti stranieri, sfileranno nel maggio 1972 nel corso della visita ufficiale della Regina d’Inghilterra.

Queste SM Presidenziali saranno usate anche dai Presidenti Pompidou, Giscard d’Estaing, Mitterrand e Chirac. Quest’ultimo la userà il 17 maggio 1995 per la sua investitura.

Per una nuova DS in versione Presidenziale, la DS 5, si dovrà attendere il 2012. Il 15 maggio François Hollande, 24° Presidente della Repubblica Francese, sceglie DS 5 per salutare i cittadini francesi e il mondo intero durante la cerimonia della sua investitura.

Progettata e prodotta specificamente per questo evento storico, che saluta l’insediamento di un nuovo Presidente, questa DS 5 è decapottabile ed è dotata di tecnologia Hybrid4, che abbina un motore termico Diesel a un motore elettrico, con propulsione a 4 ruote motrici.

DS & SM UNICHE COME LE PERSONALITÀ CHE HANNO ACCOMPAGNATO

Oltre ai Presidenti della Vª  Repubblica, le DS e le SM conquistano i grandi del mondo. Per questa nuova edizione di Rétromobile, DS Automobiles propone anche di scoprire tre modelli eccezionali, come la personalità dei loro illustri proprietari:

Una DS 21 Pallas del 1969, auto personale del Generale de Gaulle, che l’accompagnerà dalla partenza dal Palazzo dell’Eliseo fino ai suoi ultimi giorni. Questo modello reca l’impronta di questo eminente personaggio: la presenza di un vano, a livello del blocco motore nell’abitacolo, destinata a contenere il revolver dell’autista, una tendina parasole nella parte posteriore destra, le tasche portacarte sullo schienale dei sedili anteriori.

Una DS Chapron « Lorraine » di Alain Poher, Presidente del Senato dal 1968 al 1992. Alain Poher, conosciuto anche per aver assunto l’interim tra i due Presidenti della Repubblica Francese, Charles de Gaulle, dopo le dimissioni del 1969, e Georges Pompidou, dopo la sua scomparsa nel 1974, ha privilegiato una DS allestita dal carrozziere Henri Chapron denominata « Lorraine ». Il tetto rialzato, il bagagliaio piatto e tronco conferiscono a questa DS berlina un design sorprendente, ben lontano da quello della DS originale firmata Flaminio Bertoni. Questa versione del 1968 propone equipaggiamenti di alta gamma, molto apprezzati dalle alte cariche dello Stato, dell’Amministrazione e della società civile. Prodotta fino al 1973 in soli 13 esemplari, le officine Chapron di Levallois-Perret la renderanno un’auto e una DS eccezionale.

La SM di Line Renaud, ambasciatrice mondiale dell’essere «chic alla francese». In questi primi anni 70, Line Renaud, grande figura dello show biz francese, è affascinata dalle linee all’avanguardia della SM.  Si lascerà tentare da un modello con carburatore del 1971, dotato di motorizzazione Maserati a 6 cilindri da 2670 cm3, con 170 cv a 5500 giri/min. Questa SM, color bianco Meije, è dotata in origine di aria condizionata e di interni in pelle nera. Inoltre questa SM è dotata di una propria caratteristica: la cintura di sicurezza per i posti posteriori, inedita per l’epoca.

Da scoprire dal 7 all’11 febbraio 2018, al salone Rétromobile!

Scroll